Pagamenti all'Amministrazione

  • Dati sui pagamenti
  • Indicatore di tempestività dei pagamenti

    Nella presente pagina viene pubblicato quanto previsto dall'art. 33 del Decreto legislativo n. 33/2013, come di seguito riportato:

    1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano, con cadenza annuale, un indicatore dei propri tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture, denominato “indicatore annuale di tempestività dei pagamenti”. A decorrere dall’anno 2015, con cadenza trimestrale, le pubbliche amministrazioni pubblicano un indicatore, avente il medesimo oggetto, denominato “indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti, nonché l'ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici”. Gli indicatori di cui al presente comma sono elaborati e pubblicati, anche attraverso il ricorso a un portale unico, secondo uno schema tipo e modalità definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri da adottare sentita la Conferenza unificata.

    Indicatore tempestività dei pagamenti
    In ottemperanza al citato art. 33 del D.Lgs. 33/2013 (così come modificato dal decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, nonché dal Decreto legislativo n. 97/2016) e degli artt. 9 e 10 del DPCM del 22 settembre 2014, si pubblica l'indicatore di tempestività dei pagamenti così come segue:

    2020

    • Per il I trimestre 2020 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 5,78
    • Per il II trimestre 2020 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 5,98
    • Per il III trimestre 2020 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 9,59

    2019

    Per l'anno 2019 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 6,64

    • Per IV trimestre 2019 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 8,15
    • Per III trimestre 2019 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg è 6,54
    • Per il II trimestre 2019 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 6,80
    • Per il I trimestre 2019 l’indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 3,32

    2018

    Per l'anno 2018 l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 10,53

    • Per il IV° trimestre 2018, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 2,98
    • Per il III° trimestre 2018, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 5,01
    • Per il II° trimestre 2018, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 4,71
    • Per il I° trimestre 2018, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 6,50

    2017

    Per l'anno 2017 l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 9,21

    • Per il IV° trimestre 2017, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 3,05
    • Per il III° trimestre 2017, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 7,39
    • Per il II° trimestre 2017, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 7,38
    • Per il I° trimestre 2017, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 3,49

    2016

    Per l'anno 2016 l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 9,56

    • Per il IV° trimestre 2016, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 2,59
    • Per il III° trimestre 2016, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 6,05
    • Per il II° trimestre 2016, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 24,23
    • Per il I° trimestre 2016, l'indicatore di tempestività dei pagamenti è stato pari a gg 3,77
  • IBAN e pagamenti informatici

    In questa sezione viene pubblicato l'IBAN e pagamenti informatici della Società, come indicato dall'art. 36, del D.lgs. n. 33 del 14/03/2013 riportato di seguito: 1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano e specificano nelle richieste di pagamento i dati e le informazioni di cui all'articolo 5 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82;

    So.lo.ri. s.p.a. è la società incaricata della riscossione volontaria della tassa rifiuti nei comuni di Verona, Cortina d’Ampezzo, Valeggio sul Mincio e della riscossione coattiva delle entrate patrimoniali, dei tributi e delle sanzioni amministrative nei comuni di Verona, Cortina d’Ampezzo, Pescantina, Valeggio sul Mincio, San Giovanni Lupatoto.

    Da Dicembre 2019, limitatamente alla tassa rifiuti, gestisce anche la riscossione dei comuni facenti parte di S.i.ve. s.r.l. (Legnago, Cerea e Cologna Veneta).

    So.lo.ri. s.p.a. non effettua nessuna operazione commerciale di vendita beni e servizi a soggetti privati ma ha solo clienti appartenenti alla categoria degli Enti Pubblici e, pertanto, ritiene di non pubblicare strumenti finanziari che potrebbero confondere i destinatari dei propri avvisi di pagamento.