SOLORI Società locale di Riscossione Spa


A far data dal 01 gennaio 2015, la gestione, liquidazione accertamento e riscossione del tributo TA.RI. è passato dalla società Amia Verona spa alla società So.Lo.Ri. spa come previsto dal contratto di servizio tra Comune di Verona e So.Lo.Ri. S.p.A. approvato con delibera consiliare n. 22 del 10/04/2014

  • Produzione di rifiuti assimilati agli urbani e di imballaggi avviati in modo effettivo ed oggettivo al recupero:
    il coefficiente presunto di produzione rifiuti (Kd), viene ridotto in misura direttamente proporzionale alla percentuale quantitativa di rifiuti avviati al recupero fino ad un tetto massimo dell'80 %.
    Per beneficiare dell’agevolazione, l’utente dovrà presentare istanza, a pena di decadenza, entro il 30 Giugno dell’anno successivo a quello di competenza.

  • Alle attività che aderiscono al progetto R.e.b.u.s. (Recupero eccedenze beni utilizzati solidalmente)
    viene applicata la riduzione percentuale del coefficiente “Kd” in proporzione alla percentuale quantitativa di rifiuti avviati al recupero fino ad un tetto massimo dell'80 %. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina “Progetto R.E.B.U.S.”

  • Utenze non domestiche che utilizzino aree scoperte operative: tali aree vengono computate nella misura del 50%.
    La riduzione viene applicata a seguito della dichiarazione delle superfici effettuata sul Mod 1 UND (in caso di nuova utenza) o Mod 2 UND (in caso di subentro e/o variazione delle superfici) completo dei relativi allegati richiesti.

  • Per le scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private, legalmente riconosciute, la superficie viene computata nella misura del 25%.
    La riduzione viene applicata a seguito della dichiarazione delle superfici effettuata sul Mod 1 UND (in caso di nuova utenza) o Mod 2 UND (in caso di subentro e/o variazione delle superfici) completo dei relativi allegati richiesti.

  • La superficie occupata da celle frigorifere o celle a temperatura controllata, superiore a mq. 500, viene computata, per la parte eccedente, nella misura del 50%.
    La riduzione viene applicata a seguito della dichiarazione delle superfici effettuata sul Mod 1 UND (in caso di nuova utenza) o Mod 2 UND (in caso di subentro e/o variazione delle superfici) completo dei relativi allegati richiesti

  • Nei negozi con vendita di prodotti al dettaglio, la superficie dedicata alla vendita dei soli prodotti alla spina (come pasta, riso, detersivi e simili) è ridotta dell’80% con riferimento alla quota variabile del tassa.
    La riduzione viene applicata a seguito della dichiarazione delle superfici effettuata sul Mod 4 UND completo dei relativi allegati richiesti

  • Utenze non domestiche delocalizzate:
    le utenze che hanno il cassonetto collocato a più di 500 metri dalla propria azienda (la distanza viene misurata dall’accesso più vicino al cassonetto) hanno diritto ad una riduzione del 60% della tassa.
    Per beneficiare della riduzione l’utente deve presentare agli uffici di Solori il Mod 4 UND , e sarà convalidata solo dopo conferma di AMIA Verona S.p.A

  • Danni al fatturato causato da cantieri aperti per rilevanti opere pubbliche:
    per le Utenze non domestiche che abbiano subito danni al fatturato causato da cantieri per rilevanti opere pubbliche è prevista una riduzione dell’ 80% sulla parte variabile della tassa. Per beneficiare della riduzione l’azienda interessata deve presentare agli uffici di Solori il Mod 4 UND allegando copia del Registro dei corrispettivi dell’anno in corso e dei due esercizi precedenti.

  • Utenze con locali ed aree scoperte destinati ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente:
    è prevista una riduzione del 30% della tassa nei confronti di utenze non domestiche che occupano o detengano locali e/o aree scoperte adibiti ad uso stagionale od altro uso non continuativo ma ricorrente. La predetta riduzione si applica qualora il requisito risulti da documentazione certa, o licenza, o atto assentivo rilasciato dai competenti organi per l’esercizio dell’attività o da dichiarazione rilasciata dal titolare di pubblica autorità.
    La riduzione viene applicata a seguito della dichiarazione delle superfici effettuata sul Mod 4 UND completo dei relativi allegati richiesti.

  • Compostaggio effettuato dalle attività di agriturismo e di ristorazione:
    alle utenze che esercitano queste attività in possesso di un giardino privato ad uso esclusivo che pratichino il compostaggio dei rifiuti in via continuativa per tutto l’anno, viene applicata la riduzione del 30% solo sulla quota variabile del tassa.
    Per beneficiare della riduzione l’utente dovrà presentare agli uffici di Solori il Mod 4B UND corredato dalla documentazione richiesta.
    In caso di autocostruzione verrà effettuato sopralluogo per verifica che sarà necessario autorizzare
    Il composter deve essere posto ad una distanza maggiore o uguale a 2.5 m dai confini; in caso contrario è necessaria autorizzazione scritta da parte dei confinanti.

  • Per le "Botteghe Storiche" ubicate nel Comune di Verona, identificate e riconosciute, ai sensi dell’art. 17 del “Regolamento Comunale per la tutela e la valorizzazione delle botteghe storiche del Comune di Verona”, la tassa è ridotta del 50%. Il titolo di bottega storica è riconosciuto e viene trasmesso agli uffici di Solori dal Coordinamento Commercio del Comune di Verona e pertanto viene applicato d’ufficio.

  • Le superfici delle Associazioni ed Istituti aventi finalità assistenziali, sociali e sociosanitari, Onlus e associazioni di volontariato iscritte al registro regionale del volontariato e religiose, che siano superiori a 1.000 mq. vengono computate, per la parte eccedente, nella misura del 25%.

  • Nei confronti delle utenze non domestiche con attività di somministrazione bevande e alimenti che utilizzino, esclusivamente ed in via continuativa, stoviglie completamente biodegradabili e attuino concretamente ed effettivamente la raccolta differenziata dei rifiuti prodotti, viene applicata la riduzione dell’80% della quota variabile della TARI.

  • Utenze in zone classificate territori montani dalla Regione Veneto:
    la superficie di tali utenze è computata nella misura del 50%.
    Questa riduzione è applicata direttamente d’ufficio e non necessita di richiesta.